Isagro e Syngenta insieme per il Remedier

di Redazione Commenta

Il fungicida biologico Remedier è in grado di essere efficace anche a bassi dosaggi e, nell’ambito della lotta integrata alle malattie del terreno, risulta essere compatibile con i trattamenti fungicidi di origine chimica.

La società del settore chimico Isagro S.p.A., specializzata negli agrofarmaci e quotata in Borsa a Piazza Affari ha siglato un accordo su base zonale con la società Syngenta. L’accordo, nello specifico, è finalizzato alla produzione ed alla distribuzione in esclusiva di un fungicida biologico.

Trattasi del Remedier, un trattamento che viene utilizzato contro le malattie del terreno per le piante ornamentali e per gli ortaggi. In accordo con un comunicato ufficiale emesso da Isagro, il fungicida biologico Remedier è in grado di essere efficace anche a bassi dosaggi e, nell’ambito della lotta integrata alle malattie del terreno, risulta essere compatibile con i trattamenti fungicidi di origine chimica.



AZIONI SU CUI INVESTIRE IN CASO DI RECESSIONE

L’accordo zonale tra le due società prevede che Isagro metta a disposizione su base esclusiva il fungicida biologico per la distribuzione in Africa, in Medioriente ed in molti Paesi europei. Mentre la società italiana quotata in Borsa a Piazza Affari potrà accedere alla vasta rete di distribuzione di Syngenta.

TITOLI AZIONARI CONSIGLIATI DA EXANE BNP PARIBAS

Il Presidente ed Amministratore Delegato di Isagro S.p.A., Giorgio Basile, si aspetta con Syngenta un collaborazione di successo. Inoltre, l’accordo siglato da Isagro secondo l’Ad e Presidente della società italiana conferma la volontà aziendale di impegnarsi nella scoperta di molecole e nuovi prodotti che, per la difesa del terreno, portano poi alla nascita di importanti alleanze di lungo periodo. Fondata nel 1992, Isagro S.p.A., è una multinazionale agrofarmaceutica con la presenza in circa settanta Paesi del mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>