Outlook Enel abbassato da Standard & Poor’s

di Gianni Puglisi Commenta

Standard & Poor's ha comunicato di aver rivisto al ribasso l'outlook di Enel portandolo da stabile a negativo, confermando il rating a...

Standard & Poor’s ha comunicato di aver rivisto al ribasso l’outlook di Enel portandolo da stabile a negativo, confermando il rating a lungo termine ad A- e quello a breve termine ad A-2.

Nella nota mediante la quale è stata comunicata la decisione, la banca ha spiegato che si tratta di una conseguenza del taglio attuato nei giorni scorsi sull’outlook del rating italiano, che allo stesso modo è stato portato da stabile a negativo. Standard & Poor’s ha infatti spiegato che i criteri utilizzati per la valutazione delle società strettamente collegate ai governi nazionali subiscono l’influenza di eventuali downgrade o upgrade dei rating dei paesi stessi.


La decisione di tagliare l’outlook sul rating dell’Italia, dunque, ha avuto conseguenze non solo sull’andamento del cambio euro dollaro, con la moneta europea che è calata fino a raggiungere livelli di poco superiori a 1,40, ma anche su determinati titoli quotati a Piazza Affari.

Oltre ad Enel, infatti, dopo il downgrade dell’Italia, Standard & Poor’s ha rivisto al ribasso anche l’outlook sul rating di Mediobanca, Bnl, Findomestic Banca, Intesa Sanpaolo e le sue controllate (Banca Imi, Biis e C.R.Bologna).

A Piazza Affari la quotazione Enel risente del taglio arrivato da Standard & Poor’s e registra al momento una flessione dello 0,43% a quota 4,632 euro. Non risente invece del downgrade la controllata Enel Green Power, che invece registra un leggero rialzo dello 0,16% a 1,844 euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>