Piazza Affari bene Mps ma male l’influenza politica

by Redazione Commenta

 Tornano le tensioni all’interno del governo delle larghe intese. Tensioni che questa volta si fanno sentite per un problema che sembra, a quanto pare, non essere mai stato superato dal Governo Letta: l’Imu. Infatti è nato un nuovo scontro tra i principali partiti dell’esecutivo italiani, Partito Democratico e Popolo delle Libertà, per quanto riguarda la tassa sulla casa. Il Pd sta optando per l’esenzione dell’Imu solamente sulle abitazioni con rendita catastale inferiore ai 750 euro. Il Popolo delle Libertà, invece, si oppone alle richieste del Partito Democratico e continua a portare avanti la sua “battaglia” per l’abolizione totale.

Tensioni, quelle politiche, che hanno la loro influenza sui mercati, mercati che sono già alle prese con lo shutdown. Del resto fino a qualche giorno fa si era evidenziato di come Piazza Affari premia la scelta del Cavaliere, ovvero la stabilità politica. E nella giornata di ieri, invece, i mercati erano stati rallentati dalla situazione americana, Piazza Affari rallentata dall’effetto USA.

Una situazione difficile che nella mattinata di oggi ha visto Piazza Affari, dopo una partenza positiva, cedere lo 0,2%. Piazza Affari ha visto il Monte dei Paschi di Siena con gli occhi puntati per via del piano di ristrutturazione. Va male il titolo di Telecom Italia mentre si differenziano Luxottica e Mediaset. Lo spread tra Btp e Bund tedeschi a 10 anni è tornato a 250 punti base con quelli che sono i titoli italiani che rendono il 4,3%.

La situazione ha fatto allineare Piazza Affari con le altre borse europee: Londra cede lo 0,6%, Parigi cede lo 0,4% mentre Francoforte cede lo 0,2%.

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>