Ristrutturazione debito Moviemax approvata

di Filadelfo Scamporrino Commenta

Ne dà notizia in data odierna con un comunicato ufficiale proprio la Moviemax Media Group S.p.A. nel precisare che l’accordo è strutturato sul collocamento di un prestito obbligazionario.

Tutti gli istituti di credito, che sono creditori nei confronti della Moviemax Media Group S.p.A., hanno accettato il piano di risanamento del debito che è stato presentato dalla società quotata in Borsa a Piazza Affari. Ne dà notizia in data odierna con un comunicato ufficiale proprio la Moviemax Media Group S.p.A. nel precisare che l’accordo è strutturato sul collocamento di un prestito obbligazionario, su un piano di ammortamento a rate crescenti del debito entro il 2019, e sugli effetti positivi legati alle nuove politiche intraprese a livello commerciale.



INVESTIMENTI PUBBLICITARI, RALLENTAMENTO DEL CALO A NOVEMBRE

Trattasi nello specifico, in accordo con quanto reso noto da Moviemax Media Group, di quelle politiche commerciali che sono state già intraprese nello scorso anno e che includono, tra l’altro, gli accordi con le società Universal Pictures Italia e M2 Pictures rispettivamente per la distribuzione di home video e per il servicing theatrical.

MEDIASET SIGLA ACCORDO CON MONDO HOME ENTERTAINEMENT

Per quel che riguarda il prestito obbligazionario, trattasi del “Moviemax 8% 2013-2019” che è già stato deliberato dal Consiglio di Amministrazione della Moviemax Media Group S.p.A.. L’emissione, con esecuzione entro la data del 30 giugno del 2013, è per un massimo di 4.999.000 euro, ed è rappresentato da numero 4.999 obbligazioni aventi ciascuna un valore nominale di 1.000 euro. Il prezzo di emissione unitario delle obbligazioni è alla pari, ovverosia al 100% del valore nominale. Per il prestito “Moviemax 8% 2013-2019” la società farà richiesta di ammissione a quotazione sul MOT, il Mercato Obbligazionario Telematico organizzato e gestito da Borsa Italiana S.p.A..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>