Telecom Italia aumento affitto ultimo miglio

di Redazione Commenta

Ora l'aumento del canone di unbundling, cioè l'affitto agli altri operatori, sarà soggetto a consultazione pubblica.

L’Agcom ha iniziato gli aumenti degli affitti sul cosiddetto ultimo miglio per quanto riguarda le linee telefoniche, e Telecom Italia ha retto molto meglio in borsa rispetto agli altri titoli del settore.

Ora l’aumento del canone di unbundling, cioè l’affitto agli altri operatori, sarà soggetto a consultazione pubblica.

Sono già stati anche proposti i valori degli aumenti che saranno di 8,7 euro al mese per il 2010, 9,26 euro per il 2011 e 9,67 euro per il 2012.

Attualmente le altre compagnie pagano 8,49 euro per l’affitto dell’ultimo miglio. Tornando a TI, l’azione non ha risentito del fatto che gli analisti di Dz Bank hanno iniziato la copertura della società con un rating negativo di sell, anche se ha poi chiuso la seduta in ribasso dello 0,98% a quota 1,109 euro per azione.

Comunque l’incremento delle tariffe per l’ultimo miglio passa per il miglioramento della qualità della rete in rame e l’ammodernamento della rete di accesso. La consultazione pubblica avrà una durata di 30 giorni e sarà poi notificata alla Unione Europea, prima di arrivare all’approvazione definitiva da parte dell’Agcom.

L’incremento della tariffa ovviamente andrebbe a vantaggio di Telecom Italia con un potenziale incremento dell’Ebitda limitato nel 2010 : circa 8 milioni ma visto a oltre 100 milioni nel 2012.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>