Borse ben intonate, Pirelli sigla importante accordo in Cina

di Alessandro Bombardieri Commenta

Un'indagine della Federal Reserve ha rivelatoche ha fatto passi da gigante l'attività manifatturiera nello stato di New York.

dow_jones

Buona giornata quella di ieri per le borse, sopratutto in Usa dove i principali listini hanno beneficiato dei buoni dati che mettono in risalto un miglioramento dell’attività economica negli States. Le vendite al dettaglio nel mese di agosto sono aumentate in buon numero, raggiungendo il miglior risultato da 3 anni a questa parte.

Un’indagine della Federal Reserve ha rivelato inoltre che ha fatto passi da gigante anche l’attività manifatturiera nello stato di New York.

Il Dow Jones ha guadagnato lo 0,59%, a quota 9.683,41 punti, mentre il Nasdaq è salito dello 0,52% a 2.102,64 punti. S&P 500 +0,31% a 1.052,63 punti.

Il presidente della Fed, Bernanke, ha poi anche dichiarato che la recessione dovrebbe essere ufficialmente finita. Hanno segnato buoni rialzi pure le piazze europee: a Milano il Ftse Mib ha guadagnato lo 0,34% a quota 23.108 punti, il Ftse All Share +0,42% a 23.599. Bene anche Parigi (+0,58%), Francoforte (+0,16%), Londra (+0,49%) e Madrid (+0,88%).

Tra i singoli titoli spicca Pirelli che dopo aver firmato un accordo per la produzione in Cina di pneumatici ha messo a segno un rialzo del 3,17%, bene anche Parmalat (+2,7%), Unipol (+1,84%) Campari (+1,79%) e Telecom (+1,72%).

Terna (+1,33%) ha beneficiato della conferma da parte di Credit Suisse del rating a outperform e del target price a 2,97 euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>