Euro nuovo minimo storico sotto 1,21 dollari

di Stefania Russo 1

Dopo la lieve ripresa registrata nei giorni scorsi l'euro è tornato a perdere terreno scendendo al di sotto della soglia di 1,21 dollari. La moneta unica..

Dopo la lieve ripresa registrata nei giorni scorsi l’euro è tornato a perdere terreno scendendo al di sotto della soglia di 1,21 dollari. La moneta unica, infatti, ha segnato un minimo di seduta a 1,2037 dollari, il livello più basso registrato da aprile 2006 ad oggi.

A contribuire al progressivo calo dell’euro sono state le voci secondo cui alcune grandi banche europee, tra cui Société Générale, hanno registrato delle forti perdite con dei prodotti derivati, notizia su cui l’istituto francese non ha voluto rilasciare alcun commento.


A questo bisogna poi aggiungere la crescente tensione tra gli investitori, soprattutto a seguito delle parole pronunciate da alcuni mebri del governo ungherese in relazione all difficile situazione economica del paese. Secondo Lajos Kosa, vicepresidente del partito Fidesz che ha vinto le ultime elezioni, nel 2010 il deficit reale potrebbe addirittura siperare il7% del Pil, quasi il doppio delle previsioni avanzate dal precedente partito di maggioranza.

La debolezza dell’euro nei confronti del dollaro continua a creare instabilità e a preoccupare non poco gli investitori, tuttavia c’è chi continua a ribadire che il calo della moneta europea è un bene perchè ci si avvicina ad una situazione di parità con il dollaro. Tra questi figura anche il primo ministro francese François Fillon, secondo cui la parità tra euro è dollaro è solo una buona notizia.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>