Giornata di borsa piatta, Mediolanum sugli scudi

di Alessandro Bombardieri Commenta

Sulla scia di questi dati il Dow Jones ha chiuso comunque in rialzo dello 0.2% a 8768 punti, il Nasdaq ha perso lo 0.08% a 1849 punti e l’S&P 500 ha chiuso in calo dello 0.23% a 940 punti.

Ieri in USA sono stati diffusi i dati sull’occupazione nel continente, e nonostante i dati non siano catastrofici come ci si aspettava, la borsa ne ha risentito eccome, chiudendo in parità una giornata che era partita col segno più.

I posti di lavoro tagliati a maggio sono stati 345mila contro i 504mila previsti, ma la disoccupazione in America ha segnato numeri record. Era dal 1983 che non si avevano dati del genere: 9.4% della popolazione. Sulla scia di questi dati il Dow Jones ha chiuso comunque in rialzo dello 0.2% a 8768 punti, il Nasdaq ha perso lo 0.08% a 1849 punti e l’S&P 500 ha chiuso in calo dello 0.23% a 940 punti.

In Italia, il Ftse Mib ha chiuso guadagnando lo 0.22% così come il Ftse All Share. Nel vecchio continente le altre borse hanno fatto comunque meglio: il Dax di Francoforte ha segnato +0.24%, il Cac40 di Parigi +0.82%, il Ftse di Londra +1.18%.

Il titolo più in evidenza a Piazza Affari è stato Mediolanum che ha chiuso in rialzo del 7.05%, mentre Mondadori è stata tra le peggiori a +4.05%. Mediobanca +2.4%.

Dovuto all’aumento del prezzo del greggio, Eni ha guadagnato l’1.14% e Saipem il 3.97%.

Italcementi +2.69% grazie al giudizio positivo di Goldman Sachs che ha alzato il rating del titolo da sell a neutral.

Nel settore bancario poche variazioni, da segnalare solamente Ubi Banca che ha ceduto l’1.06% e Unicredit che ha chiuso a +0.71%.

Safilo, secondo produttore mondiale di occhiali, sale del 14.46% dopo l’annuncio di un possibile investimento di un fondo di private equity nell’azienda.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>