Goldman Sachs spinge i titoli bancari

di Alessandro Bombardieri Commenta

Il settore più in spolvero appare essere quello dei bancari...

Altra giornata molto positiva quella di ieri in borsa, grazie soprattutto ai dati incoraggianti che arrivavano dagli Stati Uniti riguardo i prezzi alla produzione e le vendite al dettaglio. A Piazza Affari il Ftse Mib ha segnato un rialzo dell’1,28% a quota 18.451 punti mentre l’All Share si è fermato a +1,13% a 19.109 punti.

Bene anche le altre principali piazze europee con Parigi che ha guadagnato lo 0,98%, Francoforte l’1,28% e Londra lo 0,85%.

Il settore più in spolvero appare essere quello dei bancari, spinto dai risultati molto positivi di Goldman Sachs, risultati più rosei delle migliori aspettative. I dati ufficiali parlando per Goldman Sachs di 3,44 miliardi di dollari di utile nel secondo trimestre 2009, e un giro d’affari di quasi 14 miliardi. Di riflesso Banco Popolare ha chiuso a +3,94%, Intesa San Paolo +4,45%, Unicredit +2,52%, Ubi +1,70%, Mps +3,33% e Popolare Milano +0,59%.

Anche il settore assicurativo ha fatto segnare buoni rialzi, Fonsai ha chiuso a +1,89%, Generali +0,78%.

Tornando a parlare della situazione auto, Fiat non sembra assolutamente aver risentito delle ultime voci che vorrebbero il gruppo RHJ vicino ad un nuovo accordo con Opel, ha guadagnato infatti il 2,79%.

Tra gli altri da segnalare Luxottica a +2,49% e Tenaris +1,7%. Tra le blue chips da segnalare inoltre il netto calo di Buzzi (-2,63%) che risente del giudizio di Equita Sim che ha abbassato il target price del titolo a 13,6 euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>