by Daniele Pace Commenta

Il trend in aumento legato all’inflazione pare che non abbia mai fine. Le ultime statistiche e i dati che sono stati diffusi parlano di come l’indice che riguarda i prezzi al consumo stia crescendo a ritmi impressionanti. Le conseguenze sono particolarmente gravi soprattutto per il bilancio di un gran numero di famiglie e cittadini. È chiaro, però, che gli effetti negativi di tale situazioni si stanno riflettendo anche sulla borsa e su tutti i possibili investimenti.

Sul territorio italiano, l’inflazione ha raggiunto l’8.9%, con i prezzi dei vari beni energetici che proseguono a galoppare a ritmi impossibili anche solo da sostenere, spingendosi ben oltre il 44% di norma. Sul territorio tedesco, a dispetto di quanto si potrebbe pensare, la situazione è molto più difficile, dal momento che l’aumento dell’inflazione ha raggiunto anche la doppia cifra, toccando livelli mai raggiunti nel corso degli ultimi 70 anni.

Aspettando che vengano diffusi i dati che riguardano il mese di ottobre, negli Usa invece l’inflazione sta attraversando un trend opposto, subendo un rallentamento a un ritmo però inferiore rispetto a quello che era stato previsto. A questo punto, è chiaro che la Fed è spinta a non intervenire, dal momento che l’idea che era balenata in un certo momento di non stringere più così tanto la presa a livello di politica monetaria è stata subito cancellata.

La corsa dell’inflazione sta avendo conseguenze importanti anche sui vari mercati finanziari e in borsa. Nello specifico sul mercato azionario, dove c’è la tendenza a perdere terreno nel momento in cui l’indice dei prezzi al consumo è particolarmente elevato.

È chiaro che diventa ancora più fondamentale, e fa la differenza, comprendere il modo più adatto ed efficace per scegliere le azioni più convenienti su cui investire. Con l’inflazione che ha toccato questi picchi, i capitali che sono rimasti bloccati in liquidità perderanno inevitabilmente valore. La soluzione più efficace potrebbe essere quella di investire, ma certamente solo dopo aver fatto un’accurata selezione degli asset su cui si intende puntare.

Come si può facilmente intuire, per raggiungere un simile obiettivo, ci sono diverse modalità e strategie. Ad esempio, si può puntare sull’obiettivo di conservare il valore del proprio capitale con una tattica tipicamente difensiva, mentre ci sono tanti altri addetti ai lavori che sono convinti di come sia meglio sfruttare al massimo questo periodo per poter ottenere dei profitti dall’importo più alto, ma chiaramente solo dopo aver adottato una tattica decisamente più aggressiva e meno attendista.

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>