Marazzi Group comprato da Mohawk per 1,5 miliardi

di ND82 Commenta

Marazzi Group, leader mondiale nella produzione e commercializzazione di piastrelle in ceramica, è stato acquistato dal gruppo americano Mohawk per 1,5 miliardi di dollari

Un altro gioiello italiano finisce in mani straniere, in attesa di conoscere il futuro di alcune aziende in odore di cessione (Ansaldo Energia, Ansaldo Breda e così via). Marazzi Group, leader mondiale nella produzione e commercializzazione di piastrelle in ceramica, è stato acquistato dal gruppo americano Mohawk per 1,5 miliardi di dollari, ovvero circa 1,13 miliardi di euro. Il gruppo statunitense pagherà metà in contantti e metà in azioni. Il valore assegnato da Mohawk alla storica azienda emiliana è pari a quasi 9 volte l’ebitda 2011.

Marazzi Group, che qualche anno fa era quotata a Piazza Affari, cambia patria. Il suo marchio, nato negli anni ’30 del secolo scorso, era ormai famoso in ben 130 paesi del mondo grazie alla qualità delle sue piastrelle e per la ceramica. Il gruppo americano ha comprato il 100% delle quote dell’azienda modenese, rilevando le quote della famiglia Marazzi e quelle in mano ai fondi di private equity Permira e Private Equity Partners.

SIEMENS OFFRE 1,3 MILIARDI PER ANSALDO ENERGIA

Marazzi ha la propria sede centrale a Sassuolo, in provincia di Modena. E’ specializzata nella produzione e commercializzazione di lastre in grès porcellanato e ceramica. Marazzi è uno dei marchi made in Italy più noti al mondo. Oggi conta più di 6.000 dipendenti e oltre 14.500 punti vendita in più di 130 paesi nel mondo. Nel 2011 ha registrato un giro d’affari di 800 milioni di euro.

BORSA DI WALL STREET ACQUISTATA DALL’ICE PER 8,2 MLD

L’ebitda 2011 si è attestato a 130 milioni di euro, ma è atteso in ulteriore crescita a fine 2012. Il gruppo americano Mohawk è uno dei maggiori produttori di rivestimenti per l’edilizia. L’acquisizione di Marazzi segue una precisa logica industriale: entrare nel settore delle piastrelle in Europa. A fine novembre scorso la famiglia Marazzi è rimasta orfana del suo presidente Filippo Marazzi, nipote del fondatore della società modenese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>