Terna limita le perdite dopo la trimestrale

di Alessandro Bombardieri Commenta

E' stata una giornata molto negativa per tutti i principali listini mondiali ieri...

E’ stata una giornata molto negativa per tutti i principali listini mondiali ieri, a Piazza Affari il Ftse Mib ha chiuso perdendo l’1,64% a quota 20.012 punti mentre l’All Share ha lasciato sul campo l’1,61% a 20.682 punti. Male anche le altre piazze europee, Parigi -1,23%, Londra -1,25% e Francoforte -1,46%.

Questi dati arrivano sulla scia delle forti perdite a Wall Street, dettate soprattutto dal calo netto sulla fiducia dei consumatori americani.

Il titolo principale da segnalare è Terna, che dopo aver pubblicato i dati del semestre (migliori comunque delle previsioni, con Ebidta e utile netto in rialzo, netto di 207,5 milioni di euro, superiore dell’1% rispetto all’anno precedente) è riuscita a limitare le perdite accusate durante l’intera giornata e a chiudere in perfetta parità.

Sempre nel settore energetico in calo il titolo Enel a -1,16% e A2A -1,35%. Nel settore lusso invece da segnalare il balzo a +2,8% di Geox grazie ai dati della trimestrale che hanno fatto segnare ricavi di 482,9 milioni di euro, in rialzo del 4%. Luxottica +1,5%.

Nel settore degli industriali invece Ansaldo +0,92% (utile netto in crescita del 21% a 37 milioni ), Finmeccanica +1,07%, Fiat -0,59%, Pirelli -0,91% e Prysmian -0,42%.

Infine, il settore bancario è risultato molto indebolito dai risultati di Deutsche Bank: Unicredit -4,66%, Banco Popolare -3,39%, Popolare Milano -1,97% e Intesa Sanpaolo -1%. Positiva solo Mps +1,47%.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>