Maire Tecnimont cede due partecipazioni

di Filadelfo Scamporrino Commenta

Le due operazioni, il cui perfezionamento è subordinato al verificarsi di alcune condizioni sospensive, rientrano nella strategia di Maire Tecnimont di cedere quegli asset ritenuti non strategici.

Due operazioni di cessione per 65 milioni di euro complessivi nei rami delle infrastrutture e dell’ingegneria civile. Le cessioni sono state annunciate in data odierna dalla società quotata in Borsa a Piazza Affari Maire Tecnimont nel precisare come le due operazioni, il cui perfezionamento è subordinato al verificarsi di alcune condizioni sospensive, rientrino nella strategia di Maire Tecnimont di cedere quegli asset ritenuti non strategici.



TITOLI AZIONARI CONSIGLIATI DA EXANE BNP PARIBAS

Questo nell’ambito di una manovra di riorganizzazione finanziaria, già annunciata da Maire Tecnimont al mercato, al fine di focalizzare il business sui settori oil, gas e petrolchimico. Entrando nel dettaglio delle due cessioni una per 15 milioni di euro circa riguarda il 40% circa delle quote della società di progetto CMT che sono state cedute ad Impregilo.

TITOLI SU CUI INVESTIRE IN PERIODI DI DEBOLEZZA DELL’EURO

L’altra cessione riguarda il 20% detenuto dal Consorzio COCIV. Trattasi di un general contractor la cui quota del 20% detenuta da Tecnimont S.p.A. è stata ceduta in parti uguali a Condotte ed Impregilo per un controvalore complessivo pari a 50 milioni di euro circa. Maire Tecnimont, per la cessione delle due partecipazioni, si è avvalsa in qualità di advisor dello Studio Legale Lombardi Molinari e Associati e di Banca IMI.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>