by Redazione 2

Comunque fino all'arrivo di un nuovo compratore della Roma, il presidente rimarrà Rosella Sensi.

Ieri sera, in seguito ad una giornata di trattative, è stata firmata la lettera d’intenti tra Unicredit e Italpetroli, nell’ufficio del professor Cesare Ruperto.

Unicredit e la famiglia Sensi sono così arrivati all’intesa per l’azzeramento del debito da 325 milioni di euro della Italpetroli.

Le parti hanno raggiunto così l’accordo, che prevede una nuova società di controllo dell’As Roma, la Newco Roma, alla quale sarà trasferito il 67% di quanto posseduto dai Sensi, e che avrà come obiettivo la vendita della società di calcio.

Comunque fino all’arrivo di un nuovo compratore della Roma, il presidente rimarrà Rosella Sensi. Infatti la Newco sarà partecipata al 51% dai Sensi e al 49% da Unicredit.

Come dichiarato dalla Sensi, l’accordo è stato raggiunto tenendo conto dell’interesse della Roma, che rappresenta una città. Anche Paolo Fiorentino di Unicredit si è detto soddisfatto, e ha confermato l’interesse di valorizzare l’asset As Roma.

L’advisor della società Roma è in mano a Rothschild.

Il Consiglio di Amministrazione di Newco invece sarà composto da un consigliere rappresentate dei Sensi, uno di Unicredit ed un terzo che è Attilio Zimatore, un professionista indipendente.

Comments (2)

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>