Forse non abbiamo ancora toccato il fondo

di Redazione Commenta

Gli Stati Uniti stanno facendo il possibile per rimettere in piedi una situazione che appare alquanto disastrata..

La fase che i mercati azionari di tutto il mondo stanno attraversando è caratterizzata da una grande incertezza e volatilità.

Gli Stati Uniti stanno facendo il possibile per rimettere in piedi una situazione che appare alquanto disastrata. Ma cè chi crede che il peggio non sia ancora arrivato.

Sergio Pigoli, Amministratore Delegato di Pigoli Consulenza, afferma che almeno per il momento si può fermare la discesa dei mercati azionari, ma che, comunque vada a finire la richiesta fatta al governo americano da parte del governo Bush di varare un piano finanziario da 700 miliardi di dollari, sarà un gran pasticcio.

Se anche il piano dovesse venire approvato, infatti, probabilmente ci sarà una risalita dei mercati azionari, magari anche fino alle elezioni del nuovo Presidente USA. Ma dobbiamo ricordare che si tratta comunque di un compromesso che non riuscirà, da solo, a porre fine a tutti i problemi emersi.

In ogni caso, l’approvazione del piano darà un po’ di ossigeno e di tempo per cercare di trovare una soluzione che sia definitiva.

Se, al contrario, il piano non dovesse venire approvato, allora la situazione sarà catastrofica, e si prevede uno scenario allarmante, anche di più dello scorso lunedì nero.

Speriamo in una soluzione il più vicina e il più definitiva possibile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>