Le banche centrali spingono i mercati al rialzo

di Alessandro Bombardieri Commenta

Terza seduta consecutiva di rialzi per i mercati...

Grazie all’intervento congiunto delle principali banche centrali mondiali, i mercati finanziari ieri hanno fatto registrare la terza giornata consecutiva di rialzi. Oltre al supporto delle banche centrali per gli istituti di credito sono arrivate anche dichiarazioni positive dalla Germania sulla situazione della Grecia.

La Banca centrale europea, la Federal Reserve, la Bank of England, la Bank of Japan e la Swiss National Bank hanno previsto operazioni di immissione di liquidità in dollari con scadenza a 3 mesi per coprire il periodo fino al termine del 2012. Sostanzialmente si tratterà di aste di rifinanziamento in cambio di collaterale, a tasso fisso con assegnazione completa.


Nel frattempo sembra essere più morbida la linea della Germania nei confronti della Grecia, anche se la cancelliera Angela Merkel ha confermato il suo dissenso circa la creazione di obbligazioni continentali.

Piazza Affari ha chiuso la giornata in rialzo del 3,56%, Francoforte ha guadagnato il 3,15%, Parigi +3,27%, Londra +2,11%, Madrid +3,63%. Nella borsa italiana si sono messi in luce ovviamente soprattutto i titoli bancari, con Intesa Sanpaolo che ha guadagnato il 10,27% e Unicredit che ha guadagnato il 6,90%. Molto bene hanno fatto anche Fiat a +5,17% ed Exor con +4,94%.

BANCA NAZIONALE SVIZZERA PRENDE PROVVEDIMENTI PER SALVARE IL FRANCO

A Wall Street il Dow Jones ha guadagnato l’1,66%, il Nasdaq l’1,34% e l’S&P 500 l’1,72%. In Usa il dato è ancora più positivo visto che sono arrivati anche dati non molto incoraggianti come quello relativo alle nuove richieste di sussidio disoccupazione, aumentato a livelli massimi da giugno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>