Opel taglia circa 9.000 posti di lavoro

di Stefania Russo 1

Nick Reilly, responsabile degli asset europei di General Motors, ha comunicato che domani General Motors presenterà ai sindacati..

Nick Reilly, responsabile degli asset europei di General Motors, ha comunicato che domani il colosso americano presenterà ai sindacati il piano di riorganizzazione di Opel che tra le varie misure prevede un taglio di 9.000-9.500 posti di lavoro, pari a circa un quinto dei dipendenti totali.

Dopo aver rinunciato a cedere Opel ad una cordata guidata da Magna, General Motors si prepara a mettere in atto un piano di riorganizzazione che prevede un cospicuo taglio dei costi, condizione indispensabile affinchè Opel possa continuare a restare nelle mani del colosso automobilistico americano.


Reilly ha inoltre confermato che l’impianto tedesco di Bochum resterà aperto affermando che si tratta di un sito importantissimo per l’azienda. Il piano di ristrutturazione di Opel costerà circa 3,3 miliardi di euro.


Sempre nella giornata di oggi il cancelliere tedesco Angela Merkel ha comunicato che General Motors ha concluso il rimborso del prestito da 1,5 miliardi di euro concesso dal governo tedesco per mantenere l’operatività della controllata Opel.

L’annuncio del cancelliere tedesco era rivolto soprattutto ai cittadini suoi elettori per dimostrare loro che l’operazione Opel non è costata un centesimo alla Germania e che quindi il governo ha avuto ragione, nè è valsa la pena concedere il prestito nel tentativo di far acquistare Opel a Magna.

Sin dall’inizio, infatti, il governo tedesco non ha mai nascosto le sue preferenze, ovvero che Opel fosse acquistata da Magna, ad un certo punto si era addirittura detto che il governo tedesco avrebbe concesso aiuti solo in questo caso, frase questa che ha determinato l’intervento della Commissione europea per presunta violazione delle norme comunitarie che disciplinano il libero mercato.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>