Moody’s rischio contagio economico in Europa

di ND82 Commenta

L’agenzia di rating Moody’s ha lanciato un allarme sull’Europa, affermando che nel 2013 le società continentali potrebbero soffrire ancora molto in virtù di un rischio contagio economico dalla perfieria europea ai paesi più virtuosi del Nord

L’agenzia di rating Moody’s ha lanciato un allarme sull’Europa, affermando che nel 2013 le società continentali potrebbero soffrire ancora molto in virtù di un rischio contagio economico dalla perfieria europea ai paesi più virtuosi del Nord. Per il prossimo anno gli specialisti dell’agenzia vedono forti rischi per le imprese non finanziarie europee fino a tutta l’area EMEA, quindi fino all’Africa e al Medio Oriente. Nel report pubblicato questa mattina, Moody’s avverte che potrebbero avvenire nuovi tagli dei rating a causa del proseguimento della crisi dei debiti sovrani europei e della crescita negativa del pil.

Oggi sono stati pubblicati due dati negativi per due paesi dell’Europa “core”, ovvero la Francia e la Svizzera. Parigi deve fare i conti con una disoccupazione in crescita al 9,9%, mentre Berna ha sperimentato un’inaspettata crescita del numero dei senza lavoro al 3,1% dallo 0,2% (incremento del 9% rispetto a novembre dello scorso anno). In Francia la disoccupazione è aumentata nel terzo trimestre di uno 0,1% in tre mesi,ma rispetto a dodici mesi fa l’incremento è dello 0,7%.

ITALIA: DISOCCUPAZIONE SALE ALL’11,1% A OTTOBRE 2012

E’ singolare il dato sulla disoccupazione in Svizzera, che può vantarsi di avere uno dei livelli più bassi di disoccupati al mondo. A novembre, però, la crescita dei senza lavoro è stata impressionante e ha fatto scattare più di un semplice campanello di allarme. Cresce anche la disoccupazione giovanile (età compresa tra i 15 e i 24 anni): in dodici mesi è aumentata dell’8,9%. Intanto, secondo Moody’s il rischio di un contagio economico dal Sud al Nord Europa è in costante aumento.

FITCH TAGLIA STIME DI CRESCITA DELL’ECONOMIA MONDIALE

L’agenzia di rating sottolinea come la divergenza nei risultati operativi tra le società maggiormente esposte verso i mercati dell’Europa periferica e quelle con maggiore esposizione sui mercati dell’Europa più virtuosa sia molto elevata, come testimoniato dai risultati di Fiat (che Moody’s valuta con rating Ba3 e outlook negativo) e del colosso spagnolo delle tlc Telefonica (giudicata da Moody’s con rating Baa2 e outlook negativo).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>