Dividendo Fiat Industrial esercizio 2012

di Filadelfo Scamporrino Commenta

Bene anche l’utile netto che, a 921 milioni di euro rispetto, è cresciuto del 31% rispetto ai 701 milioni di euro al 31 dicembre del 2011.

Proporre alla prossima Assemblea degli Azionisti la distribuzione, per l’esercizio 2012, di dividendi per un controvalore complessivo di 275 milioni di euro. Questo è quanto ha deliberato il Consiglio di Amministrazione della società quotata in Borsa a Piazza Affari Fiat Industrial S.p.A. in concomitanza con l’esame e l’approvazione dei dati del quarto trimestre del 2012 e dell’intero anno.

Nel dettaglio, Fiat Industrial S.p.A. ha archiviato l’esercizio 2012 con un volume del fatturato in crescita anno su anno del 6,2% a 25,8 miliardi di euro grazie soprattutto all’andamento robusto del business nel settore delle macchine per l’agricoltura che ha più che compensato la debolezza di altri comparti.



PREVISIONI DIVIDENDI 2012

Di riflesso l’utile della gestione ordinaria ha fatto registrare anno su anno un incremento di 393 milioni di euro attestandosi a 2,08 miliardi di euro. Molto bene anche l’utile netto che, a 921 milioni di euro, è cresciuto del 31% rispetto ai 701 milioni di euro al 31 dicembre del 2011. Queste performance sono state ottenute a fronte di un indebitamento netto industriale che è passato anno su anno da 1,2 miliardi di euro a 1,6 miliardi di euro.

TITOLI AZIONARI CONSIGLIATI DA EXANE BNP PARIBAS

Per quel che riguarda l’esercizio in corso, le previsioni per il 2013 di Fiat Industrial S.p.A. sono quelle di un’ulteriore crescita dei principali indicatori economici e finanziari. Nel dettaglio, la società quotata in Borsa a Piazza Affari stima un fatturato 2013 in crescita anno su anno del 5% a fronte di un indebitamento netto industriale compreso nell’intervallo dei 1,1-1,4 miliardi di euro, ed un margine della gestione ordinaria tra l’8,3% e l’8,5%.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>