Nuove banconote cinque euro portano danni e disfunzioni

di Filadelfo Scamporrino Commenta

Secondo l’Associazione si stanno scaricando sui consumatori i danni e le disfunzioni quando invece è la Bce che ha violato in maniera plateale il proprio trattato istitutivo.

Solo in Italia ci sono la bellezza di 2,5 milioni di distributori automatici di beni e di sevizi. A farlo presente è stata la Federconsumatori con un comunicato ufficiale nel sottolineare in particolare come la stragrande maggioranza di queste macchinette non accetti le nuove banconote da cinque euro. La Bce, Banca centrale europea, per statuto è tra l’altro chiamata a promuovere per i sistemi di pagamento un funzionamento regolare, ma questo non sta accadendo.


ECONOMIA ITALIANA TRA INFLAZIONE E PRESSIONE FISCALE

Secondo l’Associazione si stanno scaricando sui consumatori i danni e le disfunzioni quando invece è la Bce che ha violato in maniera plateale il proprio trattato istitutivo. Qui non si tratta solo dei cinque euro da mettere in un distributore automatico di sigarette visto che sul territorio nazionale con le banconote funzionano tante macchinette che erogano farmaci, biglietti per i mezzi pubblici per non parlare poi dei distributori automatici di carburante.

TASSI MUTUO IN CADUTA LIBERA

E visto che in futuro è programmata anche l’emissione delle nuove banconote da 20 e da 50 euro, Adusbef e Federconsumatori per sicurezza hanno incaricato i propri legali per valutare di chiamare in giudizio la Banca centrale europea affinché possa rispondere dei danni che sono stati procurati ai consumatori.

AZIONI SU CUI INVESTIRE IN CASO DI RECESSIONE

Oltre a promuovere la regolarità dei pagamenti, ed a fissare il costo del denaro, ricordiamo che la Banca centrale europea (Bce) ha come compito proprio quello di autorizzare all’interno dell’area euro l’emissione delle banconote.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>