Crisi economica in cinque anni brucia Pil e occupazione

di Filadelfo Scamporrino Commenta

E se secondo la Cgil si rischiano 13 anni per il recupero del Pil, lo scenario per il mercato del lavoro è ben peggiore visto che ci vorranno ben 63 anni per il recupero dei livelli occupazionali.

In Italia la crisi economica ha avuto un effetto devastante sul prodotto interno lordo nazionale e sull’occupazione. Con la conseguenza che, per tornare ai livelli di Pil precrisi, ovverosia a quelli del 2007, ci vorranno di questo passo ben 13 anni.



ECONOMIA ITALIANA TRA INFLAZIONE E PRESSIONE FISCALE

Questo è quanto emerge, tra l’altro, da un Rapporto della Cgil che rivela anche come in ogni caso, mettendo davanti lo scenario più ottimistico, dopo cinque anni di dura crisi il Pil italiano per recuperare il terreno perso avrebbe comunque bisogno di ben sette anni considerando la crescita media dei prodotto interno lordo nazionale nel periodo dal 2000 al 2007.

TASSI MUTUO IN CADUTA LIBERA

E se secondo la Cgil si rischiano 13 anni per il recupero del Pil, lo scenario per il mercato del lavoro è ben peggiore visto che ci vorranno ben 63 anni per il recupero dei livelli occupazionali senza interventi incisivi ed urgenti. In merito il Sindacato caldeggia la messa a punto di un “Piano del Lavoro” che garantisca il recupero occupazionale in appena tre anni, e quello del prodotto interno lordo nazionale in soli quattro anni.

AZIONI SU CUI INVESTIRE IN CASO DI RECESSIONE

Secondo Danilo Barbi, segretario confederale della Cgil, solo con la creazione di lavoro, per uscire dalla recessione, si potrà vedere la produzione di crescita che, a sua volta, creerà nuovo lavoro. Insomma, è il lavoro che porta alla crescita, e non il contrario.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>