Enel emetterà il bond in dollari in 3 tranche

di Redazione Commenta

Si tratta di un'obbligazione da 3 miliardi di dollari che verrà suddivisa in 3 tranche da 5, 10 e 30 anni...

Pochi giorni fa vi avevamo parlato dei progetti di Enel in Usa per quanto riguarda l’utilizzo di energie rinnovabili, oggi siamo già a parlare delle ultime decisioni precedenti al lancio dell’emissione di bond, che Enel sta per piazzare in queste ore sul mercato americano.

In fin dei conti si tratta di un’obbligazione da 3 miliardi di dollari che verrà suddivisa in 3 tranche da 5, 10 e 30 anni. L’unico particolare che manca ancora all’appello è il pricing dell’intera operazione.

Enel per portare avanti questa operazione vorrebbe operare come in sostanza ha già fatto con le obbligazioni emesse in Europa (rilasciata sia in euro che in sterline), cioè allungando la scadenza del debito e bilanciando la componente bond con quella relativa ai finanziamenti bancari.

Nel frattempo Luigi Ferraris ha voluto precisare che questi target sono già stati raggiunti per le emissioni nel Vecchio Continente, affermando che sono stati collocati 6,5 miliardi di euro equivalenti, con una scadenza media superiore ai 16 anni, permettendo ad Enel di ampliare la maturity iniziale del debito.

Ricordiamo che Enel sta lavorando molto all’energia rinnovabile in Usa, in particolare l’attenzione è rivolta ai due impianti geotermici di Stillwater e Salt Wells nello Stato del Nevada, i quali dovrebbero avere un impatto positivo stimabile in circa 4 milioni di dollari. Questo lavoro porterà lo stato del Nevada molto vicino all’obiettivo prefissato, ossia entro il 2015 avere il 20% di energia proveniente da fonti rinnovabili.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>