Alternative alla liquidità

di Redazione 1

L'instabilità dei mercati porta numerosi investitori a non voler rischiare il proprio denaro, preferendo invece accantonarlo in conti..

L’instabilità dei mercati porta numerosi investitori a non voler rischiare il proprio denaro, preferendo invece accantonarlo in conti deposito nell’attesa che la situazione ritorni stabile e che si presentino delle nuove opportunità di investimento a rischio contenuto.

La maggior parte degli investitori sostiene che se è vero che conservare i propri soldi su un conto deposito non rende grandi guadagni è anche vero che in questo caso non si rischia di perdere la somma iniziale, tuttavia alcuni esperti sostengono che la liquidità non sia affatto una buona idea, soprattutto perchè esistono altre forme di investimento perfette in momenti di instabilità come quello attuale.


Il riferimento è a strumenti come i corporate bond europei, ossia obbligazioni societarie che risentono meno dell’instabilità dell’euro. I bond delle società sane, infatti, non risentono delle preoccupazioni sul debito sovrano perchè durante la recessione la maggior parte delle aziende ha ridotto il ricorso alla leva finanziaria, tagliando i costi e aumentando il capitale azionario per ridurre il debito.

Un’altra strada è quella di puntare a paesi emergenti come Indonesia, Turchia e Vietnam che non hanno ancora mostrato il loro potenziale. Oppure, ancora, si può scegliere di investire in metalli preziosi come oro, argento e platino.

Diversificando il proprio portafoglio, inoltre, si può dedicare una piccola fetta del proprio budget ad investimenti molto rischiosi ma che potrebbero ripagare bene in futuro il rischio che si corre oggi.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>