Bulgari offre obbligazioni per 130 milioni

di Stefania Russo Commenta

L'esigenza di avere nuove forme di finanziamento e di allungare la durata del proprio indebitamento ha indotto Bulgari ad offrire un..

L’esigenza di avere nuove forme di finanziamento e di allungare la durata del proprio indebitamento ha indotto Bulgari ad offrire un prestito obbligazionario di 130 milioni di euro con scadenza al 2014. E’ stato previsto, inoltre, che l’importo dell’operazione aumenti a 150 milioni di euro nel caso in cui venga esercitata in un unica soluzione l’opzione di over allotment.

L’operazione, la cui conclusione è prevista per la metà di Luglio, prevede l’emissione di obbligazioni di un valore pari al 100% del valore nominale e con cedola trimestrale di valore compreso tra il 5,25% e il 5,75%.


Queste obbligazioni avranno un prezzo di conversione che include un premio che oscilla tra il 30% e il 35% del valore di riferimento delle azioni ordinarie della società.

L’obbligazionista, tuttavia, in ogni momento potrà richiedere il rimborso in contanti di ciascuna obbligazione posseduta il cui ammontare sarà determinato sulla base del valore del numero di azioni Bulgari che in quel momento spetterebbe all’obbligazionista nel caso in cui decidesse di convertire le sue obbligazioni in azioni. Il numero di azioni sarà determinato dividendo il valore nominale delle obbligazioni da rimborsare per il prezzo di conversione in vigore in quel momento.


Alla società, tuttavia, spetta il diritto di scegliere, a sua discrezione, di soddisfare il diritto di rimborso in contanti mediante l’emissione o la consegna di azioni ordinarie.

L’offerta, inoltre, prevede che la società e i suoi azionisti di controllo sospenderanno per 90 giorni l’emissione, la vendita di azioni o di strumenti indicizzati alle azioni Bulgari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>