Investire in azioni senza rischi nel 2012

di Redazione Commenta

L'instabilità dei mercati finanziari, in base alle previsioni degli esperti, caratterizzerà anche il 2012, sebbene...

L’instabilità dei mercati finanziari, in base alle previsioni degli esperti, caratterizzerà anche il 2012, sebbene nel corso della seconda metà dell’anno la situazione dovrebbe registrare n progressivo miglioramento.

Ne deriva quindi che coloro che intendono investire in azioni nel 2012 devono ponderare bene le proprie scelte per evitare di assumere rischi eccessivi e subire delle perdite più o meno rilevanti.

PREVISIONI DIVIDENDI 2012

Per investire limitando il più possibile i rischi, dunque, secondo buona parte degli analisti, non bisogna focalizzarsi su uno unico settore, evitando quindi di utilizzare quella strategia che consiste nell’investire in quei titoli azionari che fanno parte di un settore considerato al riparo dalla situazione di crisi. Questo soprattutto in considerazione del fatto che risulta piuttosto difficile in un contesto come quello attuale riuscire ad identificare un settore immune da eventuali perdite.

PREVISIONI AZIONI AD ALTO RENDIMENTO 2012

Bisogna quindi focalizzarsi sulle caratteristiche dei singoli titoli, cercando di individuare quelli che presentano determinati requisiti ben individuati dagli esperti e che dovrebbero limitare al massimo l’assunzione di rischi.

Tra le caratteristiche che tali titoli devono necessariamente possedere figura: un’elevata diversificazione a livello geografico e una buona presenza nei paesi emergenti; una solida posizione finanziaria che renda l’azienda poco dipendente dalle banche; una distribuzione dei dividendi costante nel corso degli anni e strettamente legata alla crescita dell’azienda stessa; un andamento legato soprattutto all’andamento dei prezzi delle materie prime anziché a quello dei capitali e degli investimenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>