Investire nell’arte contemporanea

di Redazione Commenta

Investire in opere d'arte non significa solo spendere milioni di euro per quadri famosi, in quanto in questo caso l'investimento iniziale è molto elevato e quindi..

Investire in opere d’arte non significa solo spendere milioni di euro per quadri famosi, in quanto in questo caso l’investimento iniziale è molto elevato e quindi accessibile solo a una ristrettissima categoria di investitori. La maggior parte delle persone che scelgono questa tipologia di investimento, infatti, puntano ad opere di artisti emergenti che sono soliti attirare l’attenzione dei collezionisti o delle riviste specializzate.

In questo caso, infatti, l’investimento iniziale è più accessibile e il valore che l’opera acquista nel tempo potrebbe rivelarsi piuttosto proficuo.


Tra gli artisti emergenti segnalati dagli esperti del settore troviamo Mario Airò, Massimiliano Alioto, Stefano Arienti, Gabriele Aruzzo, Gianfranco Asveri, Roberto Barni, Mattero Basilé, Alessandro Bazan, Manfredi Beninati, Matteo Bergamasco, Giuseppe Bergomi, Valerio Berruti, Monica Bonvicini, Davide Bramante, Danilo Buccella, Alessandro Busci, Luca Caccioni, Tommaso Cascella, Vincenzo Castella, Aldo Damioli, Marco Cingolani, Roberto Coda Zabetta, Francesco De Grandi, Gianni Dessì, Fulvio Di Piazza, Chiara Dynys, Giulio Durini, Marco Fantini, Giovanni Frangi, Omar Galliani, Daniele Galliano, Alberto Garutti, Laura Giardino, Daniele Girardi, Federico Guida, Massimo Gurnari, Giovanni La Cognata, Luisa Lambri, Enrico Lombardi, Paolo Maggis, Margherita Manzelli, Vittorio Matino, Davide Nido, Giorgio Ortona, Giovanni Ozzola, Robert Pan, Luca Pancrazzi, Alessandro Papetti, Perrone Diego, Marco Petrus, Giorgio Piccaia, Luca Pignatelli, Cristiano Pintaldi, Pietro Roccasalva, Alessandro Roma, Livio Scarpella, Bernardo Siciliano, Marco Tirelli, Cristiano Tassinari, Wainer Vaccari, Giuseppe Veneziano, Luciano Ventrone, Alessandro Verdi, Nicola Verlato, Silvio Wolf, Andrea Zucchi.

Nella maggior parte dei casi è possibile partire da un investimento di poche migliaia di euro fino ad arrivare per alcune opere di questi artisti a cifre che si aggirano intorno ai 100.000 euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>