Quotare le obbligazioni

by Redazione Commenta

La quotazione delle obbligazioni affronta delle fasi diverse e due possibilità di quotazione sul mercato MOT (Mercato Telematico dei Titoli di Stato e delle Obbligazioni)...

La quotazione delle obbligazioni affronta delle fasi diverse e due possibilità di quotazione sul mercato MOT (Mercato Telematico dei Titoli di Stato e delle Obbligazioni):

1. ammissione per strumenti emessi sulla base di un preciso programma;
2. ammissione per strumenti emessi “stand alone”.

Il primo tipo di ammissione, prevede due fasi. Nella prima fase la Borsa Italiana, verificata l’esistenza dei requisiti per l’ammissione, rilascia entro 60 giorni dalla richiesta, un giudizio circa l’ammissibilità alla quotazione delle obbligazioni.

La seconda fase, invece, vede l’emittente inviare domanda alla Borsa Italiana per l’ammissione. Alla domanda deve essere allegata una descrizione completa delle obbligazioni.




Entro 5 giorni lavorativi Borsa Italiana dà una risposta di ammissione o di rifiuto della domanda.

Il secondo tipo di ammissione richiede l’invio della domanda, da parte dell’emittente, a Borsa Italiana. Entro due mesi dalla ricezione di tale domanda, Borsa Italiana dà una risposta di ammissione o di rifiuto della domanda, dando contestuale informazione alla CONSOB.

E’ sempre Borsa Italiana che fissa la data di inizio delle negoziazioni dell’obbligazione, informandone il pubblico, ma soltanto dopo aver accertato che l’azienda richiedente abbia reso pubblico il proprio prospetto informativo.

Il mercato sul quale tali titoli andranno quotati sarà, quindi, il Mercato Telematico dei Titoli di Stato e delle Obbligazioni, che oltre alle obbligazioni tratta anche i Titoli di Stato.

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>