Rating USA a tripla A secondo Fitch

di Francesco Di Cataldo Commenta

E' di questa notte invece la notizia di un secondo studio da parte della società Fitch, che insieme a Moody's e Standard & Poor's operano..

Il 5 agosto scorso Standard&Poor’s ha declassato il rating sul debito americano portandolo a pesare AA+ al posto della tripla A che tanto piace agli investitori a lungo termine. Dopo questo declassamento i vertici di governo sono subito corsi al riparo attraverso alcune dichiarazioni anche da parte dello stesso presidente Obama che potessero in qualche modo ammortizzare la scelta e l’analisi della società di rating.

E’ di questa notte invece la notizia di un secondo studio da parte della società Fitch, che insieme a Moody’s e Standard & Poor’s operano le analisi più seguite nel mondo, che mostra invariato il proprio giudizio di rating sul debito USA facendolo quindi restare come AAA, ovvero super affidabile.


Con questo giudizio si evince che la società di rating ha preso bene l’idea di abbassare il deficit americano, ma Fitch ha già fatto sapere che se l’economia americana non dovesse cambiare rotta, il giudizio sul debito potrebbe essere modificato al ribasso. A pesare positivamente sul complesso americano è il fatto che la FED abbia deciso di mantenere invariati i tassi di interesse per almeno due anni che rimangono così nell’intorno dello zero.

[INVESTIRE COME WARREN BUFFET]

Barack Obama, che è in tour in America a bordo di bus blindato del valore di un milione di dollari prestato dai servizi segreti, ha annunciato un piano del valore di 510 milioni di dollari per l’incremento dell’energia pulita precisando che l’America potrebbe fare molto di più se il Congresso non fosse ostile. Nel frattempo il magnate americano, nonchè terzo uomo più ricco del mondo, Warren Buffet ha affermato che la politica americana sta lavorando solo in una direzione mettendo in difficoltà il ceto medio con la scelta di non tassare i ricchi statunitensi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>