Cda straordinario Enel della Cassa depositi e prestiti

di Alessandro Bombardieri 1

Oggi ci sarà il Cda straordinario della Cassa depositi e prestiti...

Oggi ci sarà il Cda straordinario della Cassa depositi e prestiti, che dovrà decidere sulla modalità di adeguamento alle norme Antitrust, le quali obbligano a cedere, entro l’inizio di luglio, la partecipazione in Enel (17%) oppure quella in Terna (30%).

Secondo le prime indiscrezioni la Cassa depositi e prestiti avrebbe già trovato l’accordo sull’uscita di Cdp da Enel con il passaggio di parte o dell’intera quota al ministero dell’Economia, il quale in cambio cederebbe alla Cassa azioni Eni, di cui Cdp già possiede il 10%.

Per Enel però nei prossimi giorni c’è anche un’altra importante scadenza, cioè la cessione delle reti ad alto voltaggio di Endesa in Spagna.

La legge spagnola stabilisce che Enel deve vendere questi asset a REE (Red Electrica de Espana), la quale è obbligata a sua volta ad acquistarli entro il 6 luglio.

Gli analisti di Banca Akros hanno commentato dicendo che sono entrambe date importanti, e da ognuna di esse potrebbe scaturire un risultato positivo.

La vendita delle attività spagnole potrebbe portare nelle casse di Enel circa 1,5 miliardi di euro, che contribuirebbero a ridurre il debito della compagnia.

Banca Akros mantiene rating hold su Enel con target price a 4,60 euro per azione.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>