Eni scopre giacimento Havis nel Mare di Barents

di Gianni Puglisi Commenta

Eni ha scoperto, attraverso la licenza PL532, un giacimento di gas stimato tra i 4 ed i 6 miliardi di metri cubi.

A soli sette chilometri di distanza da una precedente scoperta, nel Mare di Barents, il colosso energetico italiano Eni S.p.A. ha reso noto in data odierna d’aver scoperto, a 1.750 metri circa di profondità, un nuovo giacimento.

Trattasi, nello specifico, del giacimento di Havis che, ad una distanza di circa 200 chilometri dalle coste norvegesi, rafforza la presenza di Eni S.p.A. in un Paese dove è presente dal lontano 1965. Nel dettaglio, attraverso le esplorazioni dal pozzo denominato “Havis 1NFW”, Eni ha scoperto, attraverso la licenza PL532, un giacimento di gas stimato tra i 4 ed i 6 miliardi di metri cubi unitamente ad olio recuperabile compreso tra i 190 ed i 315 milioni di barili.



ENI RECUPERA LA PRODUZIONE IN LIBIA, TITOLO IN RIALZO

La nuova scoperta, unitamente a quella precedente di Skrugard, portano complessivamente le riserve di olio collegate alla licenza denominata PL 532 a ben 500 milioni di barili. Secondo quanto reso noto dalla società del cane a sei zampe con un comunicato, questa nuova scoperta di olio e gas permetterà ora ad Eni di pianificare nuove scoperte in maniera più rapida ed efficiente nell’area.

GIUDIZIO ANALISTI TITOLO ENI DOPO PUBBLICAZIONE BILANCIO

Questo già a partire dalla licenza PL 529 e dalla licenza PL 533 per i pozzi, rispettivamente, di Bønna e di Salina dove Eni S.p.A. nel corso del 2012 avvierà nuove campagne esplorative. Riguardo al giacimento Havis la società quotata in Borsa a Piazza Affari ha fatto presente come la partecipazione detenuta sia pari al 30%, mentre il 20% ed il restante 50% è posseduto, rispettivamente, da Petoro e da Statoil.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>