Generali punta a collaborazione per bancassurance in Indonesia

di Stefania Russo 1

Generali sta valutando la possibilità di dare vita ad una collaborazione nel settore bancassurance in Indonesia con una banca locale..

Generali sta valutando la possibilità di dare vita ad una collaborazione nel settore bancassurance in Indonesia con una banca locale, paese in cui è già presente avendo esteso lì la sua attività dallo scorso gennaio, esattamente un anno fa. Sempre in Asia, inoltre, Generali è già operativa in Cina, Hong Kong, India, Filippine, Thailandia e Giappone e nel corso dell’estate 2009 è riuscita ad ottenere la licenza dal ministero delle Finanze del Vietnam per l’apertura di un ufficio di rappresentanza nella capitale Hanoi.

La notizia è stata data dalla compagnia assicurativa attraverso delle slide illustrate pubblicate sul sito Generali in occasione della presentazione dell’amministratore delegato Giovanni Perissinotto alla Ubs Italian Financial Services Conference 2010.


Sempre dalle slide emerge che la compagnia, sulla base di una rielaborazione di dati dell’Ania, attende per il 2009 una crescita dei premi vita sull’intero mercato italiano del 35%, soprattutto grazie all’ottima performance ottenuta nel settore dei prodotti di risparmio e dei prodotti di bancassurance.


Per il 2010 è prevista una crescita del settore che dovrebbe aggirarsi intorno al 7,5%, si prevede infatti che il miglioramento della situazione economica generale porterà ad una riallocazione delle risorse delle famiglie verso le polizze vita.

Si prevede, inoltre, un rallentamento delle vendite della bancassurance ed una crescita stabile dei network tradizionali. Per quanto riguarda il ramo danni è prevista un calo dei premi diretti nel primo semestre e un recupero a partire dal terzo trimestre. Sempre nel 2010 si attende un recupero dei volumi nel segmento auto per via dell’aumento delle tariffe e nel settore non auto per via del miglioramento dell’economia.

Per quanto riguarda l’Italia nelle slide viene anche ricordato l’obiettivo di accordi selettivi di bancassurance per minimizzare la volatilità in un contesto di mercato che per il 2010 si profila impegnativo ma in miglioramento.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>