L’Agcom multa Vodafone, Telecom Italia e altri operatori telefonici

di Redazione 1

E' davvero un periodo nero per le compagnie telefoniche. Solo pochi giorni fà, infatti, l'antitrust aveva multato..

E’ davvero un periodo nero per le compagnie telefoniche. Solo pochi giorni fà, infatti, l’Antitrust aveva multato Vodafone e Tim per aver modificato unilateralmente i propri piani tariffari. Ebbene, è di poche ore fà la notizia di una nuova sanzione inflitta dall’Agcom (Autorità Garante delle telecomunicazioni) a danno di Vodafone, Telecom Italia, Opitel, Bt Italia e Eutelia.

Le varie sanzioni inflitte, che ammontano ad un totale di 2,8 milioni di euro, sono state il frutto di una serie di procedimenti che L’Autorità aveva intrapreso per verificare la corretta applicazione, da parte delle compagnie telefoniche, delle norme relative alla portabilità del numero, ai servizi non richiesti e ai vari indici di qualità.


La somma più alta da pagare è toccata a Vodafone che è stata multata per un ammontare di 1,6 milioni di euro, segue Telecom Italia con 536.000 euro, 348.000 euro per Opitel, 120.000 euro per Bt Italia e 120.000 euro per Eutelia.

Vodafone, quindi, ha avuto la peggio. Le accuse a suo carico riguardano le norme relative alla portabilità del numero violate da Vodafone poichè, a detta L’Agcom, la compagnia telefonica avrebbe ostacolato illegittimamente le richieste di trasferimento di utenti verso diversi operatori, oltre ad aver utilizzato in modo improprio i dati dei clienti che avevano richiesto la portabilità del loro numero.


Notevolmente soddisfatto il Codacons che, tramite il suo presidente Carlo Rienzi, ha richiesto all’Agcom di adoperarsi per far si che gli utenti danneggiati dal comportamento scorretto delle compagnie telefoniche possano ricevere un rimborso, anche sotto forma di ricariche telefoniche o di accrediti in bolletta, poichè, ha spiegato Rienzi, non è giusto che gli utenti che hanno subito un danno non possano ottenere la restituzione dei loro soldi. Gli ostacoli che essi hanno incontrato nel passare ad operatori che offrivano tariffe più vantaggiose per le loro esigenze, infatti, rappresenta soltanto un esempio del danno economico a cui il Codacons si riferisce.

Fonte | Il sole 24 Ore

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>