Petrolio vicino agli 80 dollari

di Francesco Di Cataldo Commenta

I prezzi del petrolio sono aumentati del 14% nel giro di 2 settimane e alla borsa di Londra il Brent è salito di 67 centesimi di dollari portandosi..

Nelle ultime quotazioni del petrolio notiamo che il greggio al barile ha raggiunto quasi gli 80 dollari.

Complice di questo risultato che porta a chiudere l’anno con un guadagno sostanziale per l’oro nero è sicuramente la diminuzione delle scorte di petrolio in Usa e delle scorte di carburante causato dall’ondata di forte gelo che ha colpito America ed Europa.



I prezzi del petrolio sono aumentati del 14% nel giro di 2 settimane e alla borsa di Londra il Brent è salito di 67 centesimi di dollari portandosi così a quotarsi 78,70 dollari al barile.

Ricordiamo che i primi giorni del 2009 il prezzo del greggio era fissato a 33 dollari al barile per via della forte crisi economica/finanziaria che aveva colpito il mondo mentre adesso si presta a chiudere l’anno sfiorando gli 80 dollari con un aumento di 47 dollari ovvero in aumento del 142% su base annua.

Questa è stata la risposta all’aumento della richiesta di greggio da parte dei mercati emergenti che non hanno conosciuto la crisi e questo spiega anche il fatto che le borse asiatiche hanno guadagnato il 67% su base annua.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>