Previsioni Nokia sul mercato della telefonia mobile

by Redazione 1

Nokia prevede nel 2010 ci sarà una crescita del 10% del mercato globale dei telefoni cellulari, una stima questa superiore a quella prospettata..

Nokia prevede che nel 2010 ci sarà una crescita del 10% del mercato globale dei telefoni cellulari, una stima questa superiore a quella prospettata dagli analisti, nonostante questo però il colosso finlandese si aspetta un margine operativo in linea con i livelli raggiunti quest’anno, ovvero compreso tra i 12 e i 14 punti percentuali, mantenendo così la stessa e identica quota di mercato.

Per il 2010, inoltre, Nokia conta di ribassare il costo dei servizi di accesso ad internet mediante l’utilizzo del sistema operativo Symbian sugli Smartphone prevedendo che il prossimo anno saranno ben 300 milioni gli utenti che utilizzerano questi suoi servizi.


L’amministratore delegato Olli-Pekka Kallasvuo ha rivelato che prevede grandi cose per il prossimo anno, dopo aver elencato i miglioramenti che ultimamente sono stati apportati a Symbian ha affermato che a suo avviso diventerà la migliore piattaforma al mondo sui servizi per le apparecchiature mobili. La notizia non ha però sortito effetti positivi in borsa dove il titolo Nokia ha perso l’1,40%.


Qualche giorno fa il responsabile del marketing di Nokia, Anssi Vanjoki, aveva comunicato la probabilità che in futuro il colosso finlandese possa decidere di vendere i suoi stabilimenti manifatturieri, notizia questa che è stata prontamente smentita dal portavoce di Nokia Thomas Jonsson il quale ha affermato che per Nokia questo tipo di stabilimenti costituiscono una parte vitale del business.

Appaiono in controdendenza con le previsioni di Nokia quelle della rivale Samsung la quale qualche giorno fa ha affermato che prevede di chiudere l’anno superando i target 2009, ottimismo che deriva soprattutto dal successo della vendita di nuovi modelli dotati di touchscreen. In ogni caso secondo il colosso coreano il successo nelle vendite non garantirà un analogo miglioramento in termini di utili a causa della compressione dei margini derivante dalla crescente concorrenzialità in questo settore di mercato.

Comments (1)

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>