Rilancio del nucleare

di Redazione Commenta

La prossima primavera verrà presentato un Piano Energetico Nazionale che prevederà una forte concentrazione..

La prossima primavera verrà presentato un Piano Energetico Nazionale che prevederà una forte concentrazione del nostro paese circa l’energia nucleare.

Un PEN era già stato fatto agli inizi degli anni ’90, poi abbandonato per vari motivi. Speriamo che questo possa avere più fortuna.



L’obiettivo principale del prossimo Piano Energetico Nazionale sarà quello di ridare forza al paese utilizzando l’energia nucleare, come afferma il premier Silvio Berlusconi, aggiungendo che “occorre recuperare tutto il tempo perduto”.

Berlusconi continua dicendo che “l’Italia, il paese natio dello scopritore dell’atomo, Enrico Fermi, siamo praticamente a zero circa la produzione elettrica con il nucleare, mentre in Francia sono all’85%”.

Intanto sembra che Berlusconi abbia l’appoggio anche ci Claudio Scajola, ministro per lo sviluppo economico, che parla di minori costi grazie all’uso del nucleare, e di Gordon Brown e Nicolas Sarkozy, rispettivamente primo ministro inglese e presidente francese, circa la possibilità di cedere all’Italia del know-how per la costruzione, in territorio italiano e non, degli impianti nucleari di terza generazione.

Perseguendo la strada del nucleare e delle risorse energetiche alternative, Berlusconi si dice sicuro di poter abbattere i costi derivanti dall’energia elettrica, che costringono gli italiani a pagare bollette più care del 35% rispetto alla media delle famiglie europee.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>