Tim e Vodafone multate dall’Antitrust

di Redazione 1

Tempi duri per Vodafone e Tim che dovranno pagare una multa di ben 500.000 euro per aver modificato unilateralmente..

Tempi duri per Vodafone e Tim che dovranno pagare una multa di ben 500.000 euro per aver modificato unilateralmente i propri piani tariffari senza prendersi la briga di avvertire adeguatamente i propri utenti, ignari delle nuove tariffe e di numerose altre informazioni come le modalità di rimborso del credito residuo inutilizzato e le modalità relative alla portabilità del numero.

La mossa scorretta delle due compagnie telefoniche, secondo le stime degli esperti, avrebbe fruttato in un anno dai 40 agli 80 euro per singolo utente, una cifra che se moltiplicata per il numero di persone coinvolte assume proporzioni molto elevate.


La multa è arrivata dall’Antitrust che aveva intrapreso l’indagine su richiesta di Altroconsumo che, lo scorso Agosto, aveva denunciato all’autorità il comportamento scorretto delle due compagnie telefoniche.

Antonio Catricalà, presidente dell’Antitrust, ha affermato he si tratta del massimo della pena, una misura assolutamente adeguata data la gravità della situazione. La sensazione, tuttavia, è che l’autorità abbia voluto elargire una pena esemplare per evitare che altre aziende possano adottare simili comportamenti.


Paolo Martinello, presidente di Altroconsumo, ha sottolineato la necessità di introdurre anche in Italia la cosidetta “class action”, il risarcimento collettivo che in casi analoghi a questo prevede una multa che appare più come un monito e una intimidazione verso tale comportamento, dato che i consumatori danneggiati non riceveranno alcun rimborso.

L’esame del relativo disegno di legge è stato rinviato a Luglio ma, nel frattempo, Altroconsumo continua a raccogliere adesioni alla petizione sul suo sito.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>