Nasdaq in salita vertiginosa +72,7%

di Redazione Commenta

Il merito della salita del Nasdaq è stato anche delle IPO che dal loro debutto sono riuscite ad incassare ottimi risultati come Fortinet..

Il Nasdaq aveva raggiunto il suo minimo il 9 marzo del 2009 quando aveva raggiunto i 1268 punti mentre nell’ultima seduta si è attestato sui 2190 punti con un balzo verso l’alto del 72,7%. Un risultato molto interessante che ha fatto ingolosire una cinquantina di aziende di Silicon Valley l’area californiana che ospita le più grandi aziende tecnologiche del mondo come appunto Microsoft, Google, Apple e Cisco.

Il merito della salita del Nasdaq è stato anche delle IPO che dal loro debutto sono riuscite ad incassare ottimi risultati come Fortinet azienda attiva nella realizzazione di software antivirus ha ottenuto nei primi mesi di quotazione un +38%.


Discorso analogo anche per OpenTable azienda attiva nella prenotazione online di ristoranti che ha totalizzato dall’ipo un +39%. +58% invece per A123 che produce batterie agli ioni di litio, mentre SolarWinds che produce software per la gestione dei network ha fatto un balzo di +71%. Considerati i numeri sono molte le aziende che hanno deciso di quotarsi in borsa come ad esempio Facebook valutata 7,6 miliardi di dollari.


Il suo fondatore, Mark Zuckerberg (il ragazzo più ricco del mondo secondo Forbes) ha annunciato un imminente riorganizzazione della struttura. Oltre a Facebook ci sono anche Tesla Motors di proprietà di Google e Fisker entrambi produttori di auto sportivi ad emissioni zero, Kayak, Linkdln, QuinStreet, Silverspring, Solyndra, ma anche Twitter e Zynga conosciute ai giovanissimi.

In Italia invece le IPO non vanno affatto bene, qualche giorno fa avevamo infatti osservato la situazione delle matricole italiane nel biennio 2007-2009 capendo che non riscuotono fiducia negli investitori. Situazione in controtendenza al momento per Yoox Group che rimane sopra di 5 punti dal prezzo di collocamento, ma è ancora troppo presto per analizzare un titolo così giovane.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>