Aumento di capitale Risanamento entro settembre

di Alessandro Bombardieri 1

Risanamento chiuderà l'anno 2009 con 250 milioni di perdite.

Risanamento è una delle società che più ha sentito la crisi nell’economia italiana, infatti secondo quanto emerso da una relazione informativa depositata dal Consiglio di Amministrazione del gruppo in vista dell’assemblea di fine gennaio, Risanamento chiuderà l’anno 2009 con 250 milioni di perdite, un risultato peggiore anche di quello del 2008, quando furono 213 milioni le perdite.

L’assemblea che si terrà il 29-30 gennaio servirà al gruppo per decidere sull’aumento di capitale da 150 milioni di euro, ma anche sul prestito convertendo da 350 milioni, previsto nel piano di salvataggio del gruppo.

Il gruppo immobiliare guidato da Vincenzo Mariconda, ritiene che la posizione finanziaria sia in linea con i dati consolidati di settembre, cioè in negativo per 2,8 miliardi di euro.

Alla fine di gennaio quindi avrà il via il processo di ristrutturazione del gruppo immobiliare, che vorrebbe portare a termine l’aumento di capitale entro settembre; il via libera all’aumento di capitale da 150 milioni sarà messo in pratica attraverso l’emissione di 333.346.296 azioni al prezzo precedentemente stabilito di 0,45 euro ciascuna.

A sottoscrivere questa ricapitalizzazione ci saranno banche del calibro di Intesa San Paolo, UniCredit, Monte dei Paschi di Siena, Banco Popolare e Banca Popolare di Milano.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>