Aumento di capitale Unicredit in attesa

di Francesco Di Cataldo Commenta

Negli ultimi giorni, per far fronte ad una continua e repentina discesa delle borse, le cinque banche centrali mondiali, come ad esempio la Banca Centrale Europea..

L’aumento di capitale per Unicredit Banca può attendere e la prima cosa da fare sono le cessioni, il rafforzamento patrimoniale e tutto questo è dipeso dalle nuove regole sulle banche sistemiche.

Negli ultimi giorni, per far fronte ad una continua e repentina discesa delle borse, le cinque banche centrali mondiali, come ad esempio la Banca Centrale Europea e la FED, hanno immesso sul mercato un’abbondante liquidità di denaro e questo proprio nel terzo anniversario del crack della banca americana Lehman Brothers di cui oggi molti piccoli investitori ne pagano le conseguenze.

AUMENTO DI CAPITALE UNICREDIT SMENTITO, MA NON ESCLUSO



Durante le contrattazioni della scorsa settimana il titolo di Unicredit Banca ha toccato quota 0,7205. La preoccupazione è dipesa dal fatto che a differenza degli altri stati il cui debito sovrano è detenuto da altri stati, quello italiano è per lo più custodito dalle banche italiane, come dire: se le banche non godono di ottima salute, è improbabile che lo sia lo Stato, e chiaramente viceversa.

La Cassamarca di Dino De Poli, uno dei principali azionisti di Unicredit, ha fatto sapere che per il 2012 non sono previste erogazioni.

Gli azionisti di Unicredit sono omogeneamente daccordo, l’aumento di capitale può attendere, le priorità sono altre. Nel frattempo la strategia di Federico Ghizzoni, ceo di Unicredit, è quella di produrre utili anche in un periodo di vacche magre e di riuscire a vendere tutto ciò che è vendibile. La facoltà della banca di Piazza Cordusio verrà anche definita il prossimo Novembre in occasione del G20 in cui verranno sottoscritte le regole (normativa SIFI) per le banche sistemiche.

BILANCIO SEMESTRALE UNICREDIT GENNAIO-GIUGNO 2011

A differenza di Intesasanpaolo, definito uno dei più sicuri istituti al mondo (la sua posizione è 37 su 50), Unicredit non entra in classifica e la sua capitalizzazione in borsa è scesa a livelli preoccupanti. Intesasanpaolo e Unicredit capitalizzano meno di 14 miliardi di euro, poco se si considera che Intesasanpaolo è fresca di aumento di capitale del valore di 5 miliardi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>