Bernanke risponde alle domande in Tv

by Redazione Commenta

Ha sbalordito tutti Ben Bernanke che ha deciso di presentarsi in televisione e di ripondere alle domanda formulate dagli americani, un decisione questa..

Ha sbalordito tutti Ben Bernanke che ha deciso di presentarsi in televisione e di ripondere alle domanda formulate dagli americani, un decisione questa del presidente della Fed che non ha precedenti visto che fino ad ora la banca centrale americana aveva sempre evitato di rispondere alle domande dirette del pubblico, limitando le sue dichiarazioni alle conferenze stampa inevitabili tenute in seguito alle variazioni dei tassi di interesse.

Ben Bernanke, in particolare, ha deciso di presentarsi in una trasmisione televisiva in occasione dell’apertura del meeting di Kansas City e ha parlato dell’attuale situazione economica, nonchè di quella futura.


Il presidente della Fed, durante il suo intervento televisivo, ha confermato le preoccupazioni relative all’attaule situazione economica affermando che la crisi potrebbe addirittura rivelarsi più dannosa e violenta della Grande Depressione.


Per quanto riguarda le domande rivolte dal pubblico la maggior parte di queste avevano ad oggetto quella che è chiamata la teoria “too big to fail“, ossia “troppo grande per fallire”. A riguardo un imprenditore presente tra il pubblico ha evidenziato come grandi colossi come Citigroup e Bank of America abbiano ricevuto aiuti e come, invece, la sua azienda è apparsa troppo piccola e insignificante per poter essere salvata.

Solo le grandi banche, quindi, hanno ricevuto aiuti dalla Fed e questo, ha spiegato Bernanke, è una cosa che neanche a lui è andata giù. Il presidente, infatti, ha affermato che per lui è stato motivo di rabbia il fatto di essere costretto a fornire aiuti a banche che non avevano avuto un briciolo di prudenza facendo scommesse selvagge sul mercato, ma concedere questi aiuti era assolutamente necessario per evitare che l’intero sistema finanziario andasse al collasso.

La registrazione verrà trasmessa, a partire da lunedì, in tre serate in onda sul network americano PBS.

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>