UniCredit adotta il nuovo assetto organizzativo

di Gianni Puglisi Commenta

Nella stessa riunione il Consiglio di Amministrazione ha cooptato in qualità di componente del CdA il prof. Giovanni Quaglia in forza alla proposta che è stata formulata dal Comitato Corporate Governance, HR e Nomine.

Il nuovo assetto organizzativo del Gruppo bancario europeo Unicredit S.p.A., quotato in Borsa a Piazza Affari, partirà nel prossimo mese di gennaio del 2013. Questo dopo che nella giornata di ieri il Consiglio di Amministrazione di Unicredit ha adottato il nuovo assetto a livello organizzativo che, prevede, tra l’altro, la massimizzazione della chiarezza nel definire ruoli e responsabilità, in capo alle diverse funzioni da esercitare, in modo tale da garantire ai clienti una maggiore vicinanza.

Questo, in particolare, proprio in forza al nuovo assetto organizzativo ed attraverso i processi decisionali che saranno più rapidi e di conseguenza portatori di una maggiore efficienza a livello operativo.



TITOLI AZIONARI CONSIGLIATI DA EXANE BNP PARIBAS

Presentato alla comunità finanziaria nello scorso mese di luglio del 2012, il nuovo modello di business rafforza quindi le autonomie nei Paesi e nelle banche locali a fronte di un contestuale rafforzamento di quelli che sono i controlli interni e la supervisione di tutti quei processi che per il Gruppo sono considerati fondamentali.

INVESTIRE PUNTANDO AI DIVIDENDI, OCCHIO AI RISCHI

Nella stessa riunione il Consiglio di Amministrazione ha cooptato in qualità di componente del CdA il prof. Giovanni Quaglia in forza alla proposta che è stata formulata dal Comitato Corporate Governance, HR e Nomine del Gruppo bancario europeo. Attualmente il prof. Giovanni Quaglia copre la carica di Vice Presidente Vicario della Fondazione CRT che è uno tra i maggiori azionisti di Unicredit S.p.A.. UniCredit ha pubblicato il curriculum vitae del prof. Giovanni Quaglia sul proprio sito Internet, www.unicreditgroup.eu.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>