Bilancio Eni 2011 approvato dal Cda

di Stefania Russo Commenta

Il Consiglio di amministrazione di Eni, riunitosi in data odierna, ha deliberato di proporre all'Assemblea la distribuzione...

Il Consiglio di amministrazione di Eni, riunitosi in data odierna, ha deliberato di proporre all’Assemblea la distribuzione di un dividendo pari a 1,04 euro per azione, di cui 0,52 euro sono già stati distribuiti a titolo di acconto lo scorso settembre. Il saldo di 0,52 euro per azione sarà messo in pagamento il 24 maggio 2012, con stacco cedola il giorno 21 dello stesso mese.

Sempre nel corso della riunione tenuta oggi, il Cda del gruppo energetico italiano ha anche approvato il bilancio consolidato e il progetto di bilancio di esercizio per il 2011, confermando i risultati di preconsuntivo annunciati lo scorso 15 febbraio.

CESSIONE QUOTA SNAM POSITIVA PER ENI SECONDO GOLDMAN SACHS

Eni, ricordiamo, ha archiviato l’esercizio 2011 con ricavi in crescita dell’11,2% a 109,6 miliardi di euro, un utile operativo adjusted in aumento del 3,9% a 18 miliardi di euro e un utile netto adjusted di 6,97 miliardi di euro contro i 6,87 miliardi del 2010, con un utile per azione di 1,92 euro. Il livello di indebitamento al 31 dicembre 2011 ha registrato una leggera crescita passando a 28,3 miliardi di euro rispetto ai 26,1 miliardi di euro registrati ad inizio anno.

RAGGIUNTO ACCORDO ENI GAZPROM PER FORNITURA GAS

Per l’esercizio in corso si prevede un miglioramento dei principali indicatori economici, soprattutto grazie alla crescita della produzione di idrocarburi, mentre gli investimenti dovrebbero essere in linea con quelli realizzati lo scorso anno.

A Piazza Affari dopo l’approvazione del bilancio consolidato e del progetto di bilancio per l’esercizio 2011 il titolo Eni registra un rialzo dello 0,49% a 18,31 euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>