Bilancio RCF Group gennaio dicembre 2011

di Lucia Guglielmi Commenta

Dal progetto di bilancio approvato dal CdA è inoltre emersa una posizione finanziaria netta, al 31 dicembre del 2011, che si è attestata negativa per 31,2 milioni di euro.

Una perdita d’esercizio 2011 a 1,7 milioni di euro rispetto all’utile di 0,4 milioni di euro conseguito nell’anno 2010. Mentre il fatturato anno su anno si è attestato in moderata crescita dai 79,1 milioni di euro al 31 dicembre del 2010 agli 80,4 milioni di euro al 31 dicembre del 2011. Sono questi alcuni dei dati salienti dell’esercizio 2011 di RCF Group, società quotata in Borsa a Piazza Affari e leader nei sistemi audio professionali.

Dal progetto di bilancio approvato dal CdA è inoltre emersa una posizione finanziaria netta, al 31 dicembre del 2011, che si è attestata negativa per 31,2 milioni di euro a fronte di un Ebitda a 6,1 milioni di euro, e di un Ebit a 0,6 milioni di euro.



INVESTIRE IN AZIONI

In virtù dei dati di bilancio 2011, il Consiglio di Amministrazione di RCF Group S.p.A., in accordo con un comunicato ufficiale emesso dalla società quotata in Borsa sull’MTA, proporrà all’Assemblea degli Azionisti di non distribuire alcun dividendo.

INVESTIRE PUNTANDO AI DIVIDENDI, OCCHIO AI RISCHI

Per quel che riguarda l’evoluzione prevedibile della gestione, la società per il 2012, tenuto conto dell’andamento del business nei primi mesi dell’anno, intravede la possibilità che ci possa essere anno su anno un miglioramento della marginalità nel suo complesso. Questo in particolare in virtù del buon andamento sin qui registrato dagli ordinativi nel settore audio. Inoltre, in accordo con quanto dichiarato dall’Ad Arturo Vicari, la società continuerà a valutare partnership strategiche e le opportunità di crescita per linee esterne che dovessero presentarsi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>