Seat Pagine Gialle corporate rating selected default secondo S&P

di Redazione Commenta

La maggior parte degli analisti concorda nel ritenere che Seat pagine Gialle stia tentando una corsa contro il tempo per evitare il fallimento...

La maggior parte degli analisti concorda nel ritenere che Seat Pagine Gialle sta tentando una corsa contro il tempo per evitare il fallimento.

Tra questi figurano gli analisti di Standard & Poor’s, che dopo la pubblicazione dei risultati realizzati dal gruppo nel corso dei primi nove mesi dell’anno hanno deciso di abbassare ulteriormente il corporate rating del gruppo portandolo da “CC” a “SD” (selected default).

SEAT PAGINE GIALLE PROPONE UNA NUOVA SOLUZIONE AI BONDHOLDERS

Contestualmente l’agenzia di rating ha anche deciso di modificare il rating del bond emesso da Lighthouse con garanzia di Seat Pagine Gialle portandolo da “C” a “D”.

Seat Pagine Gialle, ricordiamo, ha chiuso i primi nove mesi del 2011 con ricavi pari a 695,6 milioni di euro, ossia in calo del 10,5% rispetto allo stesso periodo del 2010. Il margine operativo lordo si è attestato a 309,6 milioni di euro, ossia in calo di 46,5 milioni di euro su base annua.

PREVISIONI 2011 SEAT PAGINE GIALLE

Il periodo compreso tra gennaio e giugno 2011 si è chiuso con una perdita di 33,9 milioni di euro, contro l’utile di 42,2 milioni di euro del corrispondente periodo del precedente esercizio. Al 30 settembre 2011 l’indebitamento finanziario netto si è attestato a 2,7 miliardi di euro, in leggerissimo calo rispetto ai 28 milioni di euro registrati al 31 dicembre 2010.

Contestualmente alla diffusione dei risultati realizzati nel corso dei primi nove mesi dell’esercizio in corso, i vertici della società hanno confermato i risultati attesi per il 2011, in particolare il gruppo prevede di registrare al 31 dicembre 2011 ricavi in calo tra il 5% e il 7% ed un margine operativo lordo compreso tra 365 e 385 milioni di euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>