Target 2012 Fiat confermati

di Redazione Commenta

A livello di Gruppo i veicoli consegnati nel terzo trimestre del 2012 hanno superato la soglia del milione con un incremento dell’11%.

A seguito dei risultati ottenuti nei primi nove mesi, la multinazionale automobilistica Fiat S.p.A. ha confermato i target di conto economico previsti per l’intero 2012. A darne notizia con un comunicato ufficiale in data odierna è stata proprio la Fiat nel sottolineare come a livello di Gruppo i veicoli consegnati nel terzo trimestre del 2012 abbiano superato la soglia del milione con un incremento dell’11%.

Ed il tutto a fronte di un risultato della gestione ordinaria pari all’incirca ad un miliardo di euro. Entrando maggiormente nel dettaglio dei conti del terzo trimestre del 2012, i ricavi si sono attestati a 20,4 miliardi di euro a fronte di un risultato della gestione ordinaria a 951 milioni di euro, mentre l’utile netto, a 286 milioni di euro, è più che raddoppiato.



INVESTIRE PUNTANDO AI DIVIDENDI, OCCHIO AI RISCHI

Relativamente ai primi nove mesi del 2012, i ricavi netti a livello di Gruppo si sono attestati a 62,2 miliardi di euro, mentre quelli di Fiat esclusa Chrysler, sono stati pari a 26,4 miliardi di euro con un calo anno su anno del 6%. La società quotata in Borsa a Piazza Affari ha spiegato questo calo con la diminuzione dei volumi delle vendite nel Vecchio Continente.

TITOLO FIAT BOCCIATO DA MORGAN STANLEY

Per quel che riguarda i target di conto economico, il Gruppo Fiat intende archiviare il 2012 con 83 miliardi di euro circa di fatturato, un utile della gestione ordinaria sopra i 3,8 miliardi di euro, ed un utile netto sopra 1,2 miliardi di euro. In chiusura d’anno l’indebitamento netto industriale è previsto all’incirca a 6,5 miliardi di euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>