Tod’s bilancio 2012

di ND82 Commenta

Negli ultimi anni il settore del lusso è stato uno dei migliori a Piazza Affari. Il luxory è da tempo un settore rifugio per gli investimenti in borsa e le maggiori aziende italiane con forte esposizione sui mercati internazionali possono chiaramente beneficiarne

Negli ultimi anni il settore del lusso è stato uno dei migliori a Piazza Affari. Il luxory è da tempo un settore rifugio per gli investimenti in borsa e le maggiori aziende italiane con forte esposizione sui mercati internazionali possono chiaramente beneficiarne. Tod’s è una di queste e il bilancio 2012 dimostra l’ottimo stato di salute del gruppo marchigiano guidato da Diego Della Valle. L’utile netto è aumentato del 7,8% a 145,5 milioni di euro, mentre l’ebitda è balzato ddel 7,6% a 250,2 milioni di euro.

Aumenta anche il giro d’affari. I ricavi sono cresciuti del 7,8% a 963,1 milioni di euro. Risultati che consentono il consiglio di amministrazione di approvare la distribuzione di una robusta cedola. Il dividendo sarà pari a 2,7 euro per azione, in crescita dell’8% rispetto a quello relativo all’esercizio 2011. A Piazza Affari il titolo Tod’s ha chiuso con un rialzo dello 0,53% a 113 euro. Venerdì scorso il titolo ha toccato un record storico a 116,5 euro.

BRUNELLO CUCINELLI: BILANCIO 2012

Continua a crescere il marchio Tod’s, che nel 2012 ha visto i ricavi salire del 16,8% a 569,7 milioni di euro. Per la prima volta il gruppo Tod’s ha visto arrivare dall’estero la maggiore fetta di ricavi. D’altronde la strategia di Tod’s è nota da tempo: focalizzazione sui mercati esteri ad alto potenziale di crescita (in particolare quelli del Far East asiatico) e approccio molto prudente sul mercato italiano.

MOLESKINE: QUOTAZIONE IN BORSA AD APRILE 2013

Le vendite realizzate all’estero hanno raggiunto il 60,2% del giro d’affari totale, grazie al boom dei marchi Tod’s e Roger Vivier. Nel 2011 il peso dei mercati esteri si fermava al 49,7%. Nel 2012 il gruppo ha totalizzato ricavi in Italia per 383,9 milioni di euro, in calo del 14,5% rispetto a dodici mesi prima. La posizione finanziaria netta è positiva per 103,7 milioni di euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>