Alleanza Fiat Suzuki sempre più probabile

di Redazione Commenta

L'alleanza tra Fiat e Suzuki sembra sempre più vicina. A farlo pensare sono le ultime dichiarazioni dell'amministratore...

L’alleanza tra Fiat e Suzuki sembra sempre più vicina. A farlo pensare sono le ultime dichiarazioni dell’amministratore delegato Sergio Marchionne che, nel corso di un suo intervento a margine della riunione dell’associazione europea dei costruttori (Acea) tenuta a Bruxelles, ha spiegato che Fiat sta cercando un nuovo partner soprattutto al di fuori dei confini del Vecchio Continente.

Un vero e proprio cambio di rotta, dunque, in quanto solo pochi mesi fa Marchionne aveva sottolineato l’importanza di trovare un partner europeo per Fiat, a fronte della necessità di attuare un consolidamento dell’industria automobilistica soprattutto a livello europeo, oltre che mondiale.

FIAT POSSIBILE ALLEANZA CON SUZUKI

Secondo gli analisti è probabile che l’inversione di rotta sia stata decisa alla luce della recente intesa tra Peugeot e General Motors, che avrebbe quindi portato il Lingotto a puntare ad un’alleanza al di fuori del mercato europeo e tale da consentirgli di rafforzare la sua posizione in mercati considerati strategici. Tra questi figura senza dubbio l’India, dove Fiat punta a raggiungere risultati migliori rispetto a quelli realizzati nel corso degli anni precedente e dove Suzuki occupa una posizione leader.

DIVIDENDO FIAT 2012 UFFICIALIZZATO

Ma Suzuki non sembra essere l’unico possibile partner di Fiat, in quanto non si esclude che il Lingotto decida di siglare una nuova alleanza con Mazda. Ai giornalisti che chiedevano chiarimenti in merito, Marchionne non ha fornito indicazioni precise, si è limitato ad affermare che ci sono tantissime opportunità da esaminare in tutto il mondo oltre a Mazda e Suzuki, ammettendo al contempo che in Europa, invece, non sono rimaste molte opportunità. L’amministratore delegato ha inoltre comunicato che il gruppo conta di riuscire ad avviare la produzione della prima Jeep in Russia già l’anno prossimo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>