Dopo l’accordo con Chrysler, aumentano le vendite di Fiat

di Carlo Valuta Commenta

Con più di 119 mila immatricolazioni il mercato dell’auto in Italia e’ migliorato dell’1,9 per cento rispetto allo scorso anno.L’aumento e’ stato piu’ circoscritto rispetto al trend che si è registrato nel mese di marzo (+5 per cento) per colpa dell’annuncio, fatto lo scorso 28 aprile, dei nuovi eco-incentivi che saranno in vigore dal 6 maggio che ha portato chi stava per acquistare una vettura negli ultimi giorni di aprile ad aspettare il mese successivo.

Fiat e Generali, da tenere sott’occhio a Piazza Affari

Nei primi quattro mesi del 2014 le registrazioni sono state più di 496 mila con un aumento del 5 per cento. In questo contesto, Fiat Chrysler Automobiles ha immatricolato ad aprile più di 34.500 vetture, l’1,7 per cento in meno rispetto allo stesso mese del 2013. “Un calo che comprende – spiega il Lingotto in una nota – anche quella quota di clienti che avrebbero voluto prendere vetture a metano o gpl del Gruppo ma che, alla notizia degli eco incentivi destinati soprattutto a queste vetture, hanno preferito rimandare l’acquisto, penalizzando cosi’ il risultato finale di Fiat Chrysler Automobiles”.

Fiat, ora si cerca accordo con sigle sindacali

Al di là di questo, la quota e’ aumentata al 29,04 per cento rispetto a quella registrata nello scorso mese di marzo (28,1) mentre ha avuto un calo di 1,08 punti percentuali rispetto a quella del mese di aprile del 2013. Nel progressivo annuo le registrazioni di Fiat Chrysler Automobiles sono state oltre 140.000, per una quota del 28,3 per cento. In confronto allo stesso periodo del 2013, i volumi sono saliti dell’1,5 per cento e la quota e’ calata di un punto percentuale.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>