Piazza Affari vola grazie a Draghi

di Redazione Commenta

A Piazza Affari sembra essere tornato il sereno dopo un mese di giugno davvero molto negativo e un inizio luglio incerto. A dare la spinta alla borsa milanese è stato Mario Draghi, governatore della BCE

A Piazza Affari sembra essere tornato il sereno dopo un mese di giugno davvero molto negativo e un inizio luglio incerto. A dare la spinta alla borsa milanese è stato Mario Draghi, governatore della BCE, che ieri ha utilizzato toni da colomba nel corso della conferenza stampa a commento dell’annuncio sui tassi di interesse. Il costo del denaro nell’area euro è rimasto invariato allo 0,5%, sul minimo storico e come da attese. Tuttavia, Draghi ha dichiarato che i tassi resteranno su questi livelli per un periodo di tempo molto esteso.

Il banchiere italiano ha fatto capire che i tassi saranno ancora allo 0,5%, o anche meno, almeno per altri 12 mesi. A Piazza Affari l’indice FTSE MIB ha chiuso la seduta di borsa con un rialzo del 3,44% a 15.808 punti, salendo così sui livelli più alti delle ultime due settimane. L’indice azionario italiano è stato trainato dalle banche, che hanno approfittato del clima di risk on e del forte calo dello spread.

Infatti, lo spread Btp-Bund ha chiuso a 277 punti base, per un rendimento lordo del Btp decennale del 4,43%. Qualche giorno fa la tensione sui tassi di mercato aveva spinto lo spread fino a 311 punti. I titoli bancari hanno realizzato performance straordinarie. I due titoli migliori del comparto, ma anche dell’intero paniere, sono stati Ubi Banca (+7,81% a 2,9 euro) e Bca Pop Emilia Romagna (+7,76% a 4,64 euro).

DELLA VALLE ADERIRA’ AD AUMENTO DI CAPITALE RCS

C’è da diere, però, che questi titoli avevano perso moltissimo nelle ultime settimane. Tra i big rialzano la testa sia Unicredit (+4,49% a 3,722 euro) sia Intesa Sanpaolo (+5,78% a 1,3 euro). Tra i titoli industriali riprende quota Fiat, che sale del 4,07% a 5,5 euro. La controllante del Lingotto, ovvero la Exor, mostra un balzo del 6,22% a 23,9 euro. Non si ferma più la corsa delle azioni Mediaset: ieri balzo del 2,53% a 3,076 euro, con formazione del massimo più alto da fine giugno 2011 a 3,106 euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>