Titolo Maire Tecnimont promosso da Intermonte

di Redazione Commenta

A Piazza Affari il titolo Maire Tecnimont segna stamani un rialzo di oltre sette punti percentuali a 1,147 euro, una performance positiva che arriva..

A Piazza Affari il titolo Maire Tecnimont segna stamani un rialzo di oltre sette punti percentuali a 1,147 euro, una performance positiva che arriva all’indomani del forte calo che ha seguito la pubblicazione dei dati relativi al primo semestre 2011 e che ha causato la sospensione del titolo per eccesso di ribasso.

La ripresa di oggi è stata in larga parte ricondotta dagli analisti al giudizio positivo arrivato da Intermonte, che ha rivisto al rialzo il rating sul titolo portandolo da “neutral” a “outperform”.


Il broker ha motivato la sua decisione spiegando che a suo avviso l’attuale prezzo a cui viaggia il titolo offre maggiori possibilità di rialzo piuttosto che di un ulteriore ribasso, soprattutto in considerazione del fatto che si tratta di un valore che include già le recenti cattive notizie. Allo stesso tempo, tuttavia, gli analisti di Intermonte hanno tagliato il target price sul titolo portandolo da 2,1 a 1,6 euro.

[LEGGI] IPOTESI AUMENTO DI CAPITALE MAIRE TECNIMONT

Il calo registrato ieri dal titolo, oltre che dai risultati negativi registrati nel corso del primo semestre 2011, è stato ricondotto anche alla valutazione negativa arrivata da Mediobanca, che ha tagliato il rating portandolo da “neutral” ad “underperform” e il target price da 2,25 a 0,7 euro. La stessa Mediobanca, inoltre, sempre ieri ha ipotizzato la possibilità che il gruppo Maire Tecnimont decida di procedere ad un aumento di capitale da 150-200 milioni di euro, alla luce dei maggiori accantonamenti che si sono resi necessari al fine di coprire le perdite relative agli impianti in Brasile e Cile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>